Proprietà intellettuale


ILO fornisce supporto al personale accademico per la protezione della proprietà intellettuale
. In particolare, consiglia sul migliore sistema di protezione del trovato, sia esso un'invenzione innovativa, un software o altro.

BREVETTI
Il brevetto è un titolo giuridico grazie al quale viene conferito un monopolio temporaneo e territorialmente limitato di sfruttamento di un’invenzione, che risponda ai requisiti richiesti dalla legge (liceità, novità, originalità, industrialità). A questi requisiti di brevettabilità, occorre affiancare valutazioni di carattere giuridico, economico ed etico, soprattutto se il soggetto che intende brevettare è un ricercatore universitario, o l’Università stessa. La quale, in quanto ente pubblico, non può perdere di vista la stessa ragion d’essere del brevetto. Vai alla sezione Brevetti

DIRITTO D’AUTORE
Il diritto d'autore attiene al campo di protezione delle opere dell'ingegno, in particolare letterarie e artistiche. Pertanto, è utile per tutelare testi, segni grafici, canzoni, software. Accanto al diritto d'autore, esistono forme di tutela e divulgazione differenti, basate sulla condivisione più che sul monopolio, fermo restando il riconoscimento morale, e talora anche economico, della paternità della propria opera. E' il caso, per esempio, del creative commons e del copyleft. Vai alla pagina Diritto d’autore

LA TUTELA DEL SOFTWARE
La questione della tutela del software è piuttosto complessa. L'idea alla base del software non è proteggibile. Tutti gli altri elementi (algoritmo, interfaccia, immagini, suoni) sono invece passibili di protezione, con modalità specifiche caso per caso. Tali possibilità vanno dal diritto d’autore, che concede a chi ha elaborato il software il diritto esclusivo di modificarlo e sfruttarlo commercialmente; alle licenze d’uso , che possono essere di tipo copyright o copyleft; fino al brevetto, quando il software abbia le caratteristiche tecniche per essere considerato invenzione. Vai alla pagina Tutela del software