Creare una spin off/start up


Creare una spin off non è impresa semplice, non vi sono certezze di successo. Per questo, prima di lanciarsi nell’impresa, è bene verificare che sussistano certe condizioni. Si tratta di porsi delle domande sulla propria organizzazione, la propria offerta commerciale, il proprio campo e le proprie strategie di azione.

IL GRUPPO
Il team di lavoro è fondamentale, sia per la riuscita del progetto di impresa, sia per il reperimento di partner/finanziatori. Un gruppo affiatato e ben organizzato è garanzia di solidità e affidabilità. Per questo, è di primaria importanza definire chiaramente i ruoli, sulla base di competenze, caratteristiche e attitudini personali. Chi concretizza l’idea? Chi coordina e prende la decisione finale? Chi reperisce e diffonde le informazioni? Chi si occupa dell’amministrazione?

IL PRODOTTO
Una spin off non è un ente di ricerca. Per questo è fondamentale per il buon esito dell’impresa avere un prodotto pronto per il mercato. Ciò significa valutare i risultati ottenuti e concentrarsi sull’ingegnerizzazione del prodotto, piuttosto che inseguirne continue evoluzioni. Un prodotto finito è commercializzabile, mentre una mera potenzialità di prodotto, per quanto all'avanguardia sia, non ha sbocchi sul mercato.

LA PROPRIETA' INDUSTRIALE
Ove possibile, è opportuno proteggere il prodotto oggetto della spin off, depositandone, quando ne ricorrano i requisiti, il relativo brevetto. Ciò è tanto più importante quanto più elevato è il tasso di imitabilità del prodotto. L'esperienza parla chiaro: difficilmente un potenziale partner/finanziatore accetta di partecipare a un’impresa che non offre garanzie dal punto di vista della proprietà industriale.

IL BUSINESS PLAN
Un’impresa non si improvvisa. Occorre elaborare un serio piano di business prima di partire. Il business plan obbliga a guardare avanti, pensare a lungo termine, identificando punti di forza e di debolezza dell’idea d’impresa e consentendo di trovare soluzioni a eventuali problemi quando si è ancora in tempo. Inoltre, rappresenta il necessario biglietto da visita presso qualunque potenziale partner/finanziatore.

IL MARKETING
Per fare impresa, e per redigere un buon business plan, occorre conoscere il proprio mercato di riferimento. Per questo occorre svolgere a priori un’attenta analisi di mercato per definire e conquistare il proprio spazio rispetto alla concorrenza.

LA COMUNICAZIONE
Infine, occorre attuare adeguate strategie di comunicazione per farsi conoscere. La strategia deve prevedere differenti linguaggi a seconda dei destinatari (finanziatori, consumatori, etc). A tal fine, è importante dotarsi di un marchio identificativo cui legare il proprio nome, la propria mission, il proprio valore.